Una stanza tutta per sé 

di Virginia Woolf 

CONSIGLI DI LETTURA

Virginia Woolf
Una stanza tutta per sé
Feltrinelli 2013 

“Con intelligenza, ironia e tesi a supporto, i tasselli di un mondo costruito dagli uomini per gli uomini vengono smontati da Woolf uno ad uno e lasciano il posto a una visione di parità che deve cessare di essere, almeno per le giovani donne, solamente un’utopia” (Elena Meriana per Maremosso) 

Nel 1928 Virginia Woolf tenne due conferenze sul tema “Le donne e il romanzo” esponendo le proprie riflessioni su universo femminile e creatività letteraria. 

Questo saggio, un classico della letteratura, rappresenta un manifesto della condizione femminile dalle origini all’età contemporanea. Al centro dell’attenzione il rapporto donna-scrittura che testimonia una storica esclusione. 

Come poteva una donna dedicarsi alla letteratura se non possedeva “denaro e una stanza tutta per sé”? Da questa domanda ha origine un percorso che attraversa la letteratura degli ultimi secoli e analizza in modo sistematico la condizione delle donne. 

 

I Consigli di lettura della Biblioteca Comunale di Sirmione