Se questo è un sogno non svegliatemi

Chiara Isotton racconta l'emozione dell'ultima grande prova alla Scala di Milano. Una carriera che corre veloce la sua e che passa anche da Sirmione

Pubblicato il: 23 Maggio 2023 Questo articolo ha più di 6 mesi

Una stella che brilla sempre più forte quella di Chiara Isotton, che L’11 maggio scorso al Teatro alla Scala è stata l’acclamatissima Maddalena in Andrea Chénier di Umberto Giordano. Eletta dalla critica vera rivelazione di questa produzione, la soprano bellunese si candida alla consacrazione definitiva come interprete di riferimento nel repertorio lirico.

Una parabola ascendente che l’ha vista protagonista nell’ultimo biennio di importanti performances in ItaliaEuropa e Stati Uniti.
E tra queste grandi interpretazioni rimangono impresse nella memoria di chi c’era le emozioni che Chiara regalò a Sirmione nell’estate 2021 in occasione del concerto L’Oriente di Maria in apertura del programma Sirmione Callas 21.

“Se è un sogno, vi prego, non svegliatemi” sorride. Consapevole della bellezza ma anche della responsabilità che tutto questo implica. Proiettata in un repertorio da lirico spinto che l’ha vista al debutto in Tosca alla Fenice, Tokyo e Piacenza, Fedora alla Scala e al Metropolitan di New York e, da pochissimi giorni, acclamata Maddalena in Andrea Chénier alla Scala […]”.

Leggi l’intervista completa a Chiara Isotton su Connessi all’Opera