Ospitalità al top, le Chiavi Michelin premiano tre hotel del lago di Garda

Il Giornale di Brescia dedica un articolo alla classifica: una chiave va al Villa Cortine di Sirmione

Pubblicato il: 10 Maggio 2024

Il Garda bresciano, colosso della ricettività che vale 8 milioni di presenze annue (due terzi del totale provinciale), si mette in luce non solo per la quantità, ma anche per la qualità dell’hotellerie. Lo dice la prestigiosa «guida rossa», che per la prima volta assegna i suoi riconoscimenti agli hotel. Proprio come la Stella Michelin riconosce i ristoranti per la loro cucina di eccellenza, la Chiave Michelin riconosce gli hotel che offrono esperienze straordinarie: una Chiave per le strutture che garantiscono un «soggiorno speciale», due per quelle in cui è «eccezionale» e tre per l’eccellenza, dove il soggiorno è «unico». E come per l’enogastronomia (9 le stelle che brillano sul Garda bresciano), il Benaco svetta anche in tema di accoglienza […].

Meritano Una Chiave il Villa Cortine Palace Hotel di Sirmione e il Lefay Resort & Spa Lago di Garda di Gargnano, entrambi 5 stelle. Soddisfazione è manifestata da Giacomo Grossi, general manager del Villa Cortine dal 2020: «Dopo il Covid abbiamo pianificato investimenti importanti che hanno portato ottimi risultati, le Due Forchette del Gambero Rosso ottenute dal nuovo chef e ora la Chiave Michelin. Ci diamo da fare per continuare ad essere una delle perle del turismo gardesano» […]”.

Leggi l’articolo completo di Simone Bottura sul Giornale di Brescia

Group
Maria
Maria
L’intelligenza artificiale di Visit Sirmione
Ciao, sono Maria l’intelligenza artificiale di VisitSirmione. Se hai bisogno di aiuto




Spunta le caselle di conferma