Lucilla Giagnoni porta a Sirmione il suo “Magnificat”

Un appassionante spettacolo alla ricerca dell'energia del "Femminile": una forza che può fare l’impossibile

SABATO 4 MARZO, ORE 21:00, PALAZZO DEI CONGRESSI Questo articolo ha più di 1 anno

Magnificat
di e con Lucilla Giagnoni
Sabato 4 marzo
, ore 21:00, Palazzo dei Congressi
Ingresso libero (non è necessaria la prenotazione)

Lucilla Giagnoni in ogni suo spettacolo cerca di dare risposte alle domande aperte dagli spettacoli precedenti aprendo ogni volta nuove prospettive.

Dal senso di nostalgia verso Dio che caratterizza i lavori precedenti, in questo Magnificat la grande interprete del teatro di narrazione giunge ad una consapevolezza: esiste una forza vitale, generativa e perciò divina che possiamo chiamare il Femminile e che può fare l’impossibile, unire gli opposti e dare armonia ai contrari.

Il monologo che Lucilla Giagnoni porta in scena al Palazzo dei Congressi sabato 4 marzo, evoca questa forza attrattiva, relazionale e connettiva che riposa nella Terra stessa e che da essa può riemergere.

Alla Terra che custodisce dentro di sé la forza generatrice del Femminile fanno riferimento le ultime parole di una straordinaria preghiera francescana:
“Laudato sii mi Signore per sora nostra matre Terra”.

L’umiltà, insieme alla lode, al ringraziamento e al servizio è tra le prime parole di una preghiera ancora più antica, il Magnificat:
“L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio mio salvatore perché ha guardato l’umiltà della sua serva”.

Magnificat
di e con Lucilla Giagnoni
Sabato 4 marzo
, ore 21:00, Palazzo dei Congressi
Ingresso libero (non è necessaria la prenotazione)

Collaborazione ai testi: Maria Rosa Pantè, musiche: Paolo Pizzimenti, luci e video: Massimo Violato, assistente alla regia: Daniela Falconi, segreteria organizzativa: Maria Laura Vanini.  Una produzione Centro Teatrale BrescianoTeatro Piemonte Europa

Magnificat, la locandina