L’insostenibile leggerezza dell’essere

di Milan Kundera

CONSIGLI DI LETTURA Questo articolo ha più di 1 anno

Milan Kundera
L’insostenibile leggerezza dell’essere
Adelphi 1989

“Il suo romanzo ci dimostra come nella vita tutto quello che scegliamo e apprezziamo come leggero non tarda a rivelare il proprio peso insostenibile. Forse solo la vivacità e la mobilità dell’intelligenza sfuggono a questa condanna: le qualità con cui è scritto il romanzo, che appartengono a un altro universo da quello del vivere” (Italo Calvino).
Questo romanzo obbedisce al precetto di Hermann Broch: “Scoprire ciò che solo un romanzo permette di scoprire”. Una scoperta che non si limita all’evocazione di alcuni personaggi e delle loro complicate storie d’amore. Dare vita a un personaggio significa per Kundera “andare fino in fondo a certe situazioni, a certi motivi, magari a certe parole, che sono la materia stessa di cui è fatto”. Su Media Library è possibile scaricare l’e-book.

I Consigli di lettura della Biblioteca Comunale di Sirmione